Dopo il metodo maman e quello danese, Privalia indaga le abitudini delle mamme italiane

La survey condotta da Privalia rivela un approccio sereno ed equilibrato delle mamme italiane, amanti del lavoro di squadra, ma anche attente alle soluzioni per semplificare la vita, ai propri spazi e alla femminilità

Come fanno le mamme francesi a fare tutto?A conciliare lavoro, famiglia e allure? E come fanno le danesi a mantenere sempre quell’approccio zen e a preservare l’arte della hygge e della loro calda accoglienza? Un universo di domande incombe ogni giorno sulle mamme italiane.

Privalia Watch – il laboratorio di ricerche e analisi di mercato condotte da Privalia, l’outlet online di moda e lifestyle n. 1 in Italia, che indaga i consumi e i trend in ascesa – partendo dal successo dei libri “Il metodo maman” e “ll metodo danese per crescere bambini felici”, ha coinvolto un campione delle sue clienti-mamme italiane di età compresa tra i 25 e i 45 anni, per delineare il cosiddetto “metodo Privalia”: una perfetta sintesi “all’italiana” di maniere francesi e precetti danesi, inclusa una certa dose di apprensione.

Non ci si può nascondere. Di fronte alla domanda diretta “sei un genitore molto apprensivo?”, le mamme italiane rispondono sì nel 60% dei casi. La mamma chioccia fa evidentemente parte del DNA del Bel Paese, ma non solo.
Ripercorriamo le principali evidenze emerse dalla survey.

L’IMPORTANZA DEL TEMPO LIBERO, DELLA CURA DI SÉ…E DELLO SHOPPING

La gravidanza, si sa, è un periodo speciale e delicato, in cui ci si prepara a diventare mamma. E’ giusto mantenere degli spiragli per sé, per delle coccole come make-up, massaggi e shopping? Assolutamente sì. Il campione delle mamme interpellato da Privalia è d’accordo, con quasi il 50% dei consensi. Una scelta che molto accomuna le mamme italiane a quelle francesi, come ben descritto ne “Il metodo maman”. Nei fatidici 9 mesi, c’è chi preferisce puntare soprattutto al benessere (36%), mentre solo il 14% rinuncia ai piccoli vizi.

Come momento di relax, una delle preferenze durante la gravidanza è una cena romantica con il partner (46%), seguita da una divertente uscita con le amiche (34%). Il restante 20% preferisce trascorrere il tempo libero riposando.

E con l’arrivo dei bimbi in casa? Il tempo libero, è innegabile, si riduce drasticamente. C’è però una soluzione che molte mamme amano: lo shopping online. Nella classifica di gradimento, batte perfino lo shopping con le amiche, per trascorrere poi il tempo risparmiato con il partner o con tutta la famiglia. Comodo, veloce, ma soprattutto conveniente, ha semplificato la vita del 98% delle mamme intervistate. In particolare le italiane apprezzano dell’e-commerce il risparmio di denaro (58%), la comodità di ricevere i prodotti a casa (23%) e il risparmio di tempo (19%).

SÌ ALLE CONCESSIONI, NO ALLE VACANZE SENZA FIGLI

Se le mamme italiane risultano vicine alle “colleghe” europee, francesi in primis, per la cura di sé e la voglia di valorizzare la loro femminilità, diversa è invece la concezione delle vacanze dove emerge maggiormente l’attaccamento ai figli da parte delle italiane. Il 45% del campione dichiara di trascorrere le vacanze in famiglia. Il 22% vede nel weekend di coppia senza figli un bel modo per staccare la spina, mentre il restante 33% afferma di volere attendere qualche anno in più, prima di lasciare i bimbi a casa con tate o nonni.

Dopo il metodo maman e quello danese, Privalia indaga le abitudini delle mamme italiane

IL GIOCO ALL’ARIA APERTA E I DIVERTIMENTI DI UNA VOLTA

In un’epoca in cui i figli hanno giornate occupate tra compiti, attività formative e sportive, le mamme italiane cercano di equilibrare impegni e tempo libero dei bambini. Dall’indagine condotta da Privalia: sì alle attività extra scolastiche (25%), ma con misura. Largo spazio al gioco: libero, all’aria aperta, sfruttando al massimo i parchi cittadini (40%) o in casa (35%).

Nel gioco, però, si sente l’intervento dei genitori. A differenza dei danesi, che fortemente appoggiano l’autonomia nel gioco dei bambini, le mamme italiane amano prendere parte alle loro attività ludiche.

Giochi amatissimi risultano essere quelli di una volta, apprezzati nell’86% dei casi. Il nascondino guida la classifica dei “giochi vintage” con l’80% dei consensi. Segue, a grande distanza, 1, 2,3 stella, amato dal 20% del campione.

Anche le favole tradizionali mantengono il loro fascino. Tra nuovi e avventurosi personaggi della TV e dei fumetti, i bambini amano ancora le storie fantastiche che hanno accompagnato l’infanzia delle loro mamme: Cappuccetto Rosso guadagna il 38% dei consensi, i Tre Porcellini il 34%, Cenerentola il 19% e Pollicino chiude con il 9%.

IN CASA UNA SOLA SQUADRA: TUTTI AI FORNELLI, TUTTI PRONTI A DARE UNA MANO

Due punti importanti su cui si confrontano il metodo francese e quello danese riguardano la preparazione del cibo e la partecipazione, anche dei più piccoli, nelle pratiche di decoro della casa e nelle piccole faccende domestiche.

Le mamme italiane clienti di Privalia amano coinvolgere i loro bambini in cucina. Quasi un plebiscito, con l’85% dei pareri a favore. No, dunque, a menu differenziati: a tavola – superato lo svezzamento – si mangia tutti la stessa cosa.

Sorprendentemente i bimbi italiani sono chiamati in causa anche nelle piccole faccende di casa, nell’80% dei casi. Uno spirito di squadra e di cooperazione che tanto avvicina il “metodo Privalia” ai precetti delle mamme danesi.

ACQUISTI ONLINE, GLI ALLEATI DELLE MAMME ITALIANE

Come menzionato, lo shopping on line è un alleato prezioso delle mamme.

I dati di vendita raccolti da Privalia suggellano infatti questo grande amore: nel 2016 l’universo kids è cresciuto del 27% con oltre 900.000 prodotti venduti.  La categoria dei prodotti per bambini rientra, inoltre, in un’importante iniziativa in favore dell’UNICEF. Privalia dona oggi all’UNICEF l’1% di tutte le vendite della categoria “Baby & Kids” presenti sul sito, sostenendo così il progetto “Future for Children” volto al miglioramento della vita di bambini e ragazzi.

Tra le categorie di prodotto acquistate maggiormente per i propri figli, le mamme clienti di Privalia prediligono l’abbigliamento, seguito dai giochi e le calzature. Le italiane sono comunque esperte di shopping anche di altri settori, districandosi con scioltezza tra campagne e offerte: nel 47% dei casi le mamme comprano per sé tanto quanto per i figli. E nel corso del mese di maggio le mamme saranno al centro dell’attenzione su Privalia, con una vetrina speciale dedicata a loro e alla loro festa (quest’anno il 14 maggio) con una selezione di brand e di idee regalo per l’occasione: dalla moda agli accessori, dall’high-tech al beauty fino ai gioielli.

Le mamme delineate dalla survey di Privalia sono quindi delle very digital mums, perfettamente a proprio agio con acquisti in mobilità, app, consultazioni di siti e aggiornamenti in tempo reale. Lo dichiara il 92% del campione, con una crescita del 10% in termini di approccio “digital oriented” rispetto al 2016.

Con queste mamme, i bimbi non possono essere da meno. Da veri nativi digitali, sono in grado di suggerire i giochi da acquistare e influenzare dunque le scelte dei genitori. Lo dichiara il 52% delle mamme. Il 35% dei bambini viene coinvolto nella scelta, mentre solo il 13% delle mamme acquista decidendo autonomamente.

Magari ci si sente con i figli più grandi su Whatsapp per ultimare un acquisto. Il 14% delle mamme afferma infatti di utilizzare questa App per comunicare con i propri figli: molto spesso lo shopping è al centro delle conversazioni!

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Whatsapp

Privalia Instagram@privalia_it